Le Bacche di Goji

- FAQ -

Che cosa sono le Bacche di Goji?

Le Bacche di Goji stanno ad indicare il frutto di una particolare varietà di pianta, il Lycium Barbarum L. , originaria dell’Altopiano del Tibet .
Si tratta di una pianta cespugliosa della famiglia delle Solanacee (come il pomodoro) che produce fiori di colore viola-porpora da cui sviluppa bacche ovoidali di 6-20mm di lunghezza e 3-8mm di diametro .

Le proprietà nutrizionali delle Bacche di Goji sono note da tempo, anche se la divulgazione e l’interesse scientifico per le proprietà del frutto sono particolarmente aumentate negli ultimi due-tre anni .
Il frutto è di particolare interesse per i livelli di vitamine (soprattutto A , B1, B2, B3 e C) , antocianine (flavonoidi) e di carotenoidi contenuti, fra questi ultimi si segnalano in particolare betacarotene, zeaxantina , luteina e licopene.

Il frutto è incluso dal Ministero della salute italiano (decreto legislativo 21 maggio 2004, n. 169) fra le specie liberamente impiegabili nella formulazione di integratori alimentari con l’indicazione funzionale di prodotto “Antiossidante” senza prescrizione di alcuna limitazione nell’impiego, nonostante questo l’uso consigliato è sempre quello di un dosaggio contenuto e legato al buon senso , evitando abusi od un consumo combinato ed improprio , in assenza di parere del proprio medico.

Fino a poco tempo fa , il frutto era disponibile sul mercato italiano solo sottoforma di prodotto essiccato sia di estratti (succo e compresse), oggi finalmente, grazie alla lungimiranza di pochissime aziende su tutto il territorio nazionale, può essere disponibile anche il frutto fresco e le confetture prodotte da bacche fresche coltivate nel nostro territorio .

Perché è importante consumare il prodotto fresco?

Perché le proprietà ed i componenti essenziali naturalmente presenti nel frutto non sono stati alterati da alcun processo di trasformazione , sono altamente biodisponibili ed in elevate quantità .

Puoi consumarlo con fiducia perché è prodotto nel nostro paese , secondo i nostri protocolli di allevamento e sotto rigido controllo legato alla qualità ed al sistema di produzione del regime di conversione all’agricoltura biologica.

E’ vero che le Bacche di Goji provenienti dalle regioni di origine sono le migliori sul mercato?

In realtà troviamo sul nostro mercato prodotti spesso non corrispondenti a quanto ci aspetteremmo di trovare: spesso, le varietà essiccate sono di altre specie , ovvero non frutti di Lycium Barbarum bensì di Lycium Chinense od altro, varietà con tutt’altre caratteristiche , ben lontane da quelle del Goji e ben meno pregiate.

Sul prodotto essiccato, purtroppo , le differenze di gusto sono scarsamente rilevanti , ma un costo eccessivamente basso di questi prodotti , così come le dimensioni ridotte delle bacche essiccate ed il loro livello di integrità – spesso chiaramente verificabile , dato che le possiamo vedere attraverso le confezioni trasparenti… – sono un segnale evidente che con buona probabilità ci troviamo di fronte non a Bacche di Goji ma ad altra varietà di bacche, da cui non dobbiamo aspettarci i contenuti riferiti nei principali studi scientifici condotti sul Goji, quindi sulla varietà Lycium Barbarum.

Come si può essere certi della qualità delle bacche che consumiamo?

Esigendo che il prodotto sia monitorato, che sia garantito il rispetto dei criteri fitosanitari e sottopongano il prodotto finito a rigorosi controlli di qualità (in relazione alla presenza di pesticidi e di anticrittogamici), verificandone le tabelle nutrizionali, controllando che sia dotato delle certificazioni di qualità riconosciute nel nostro territorio (sulle certificazioni biologiche extra UE ci sono motivate perplessità…), informandosi innanzi tutto su ciò che stiamo per consumare su dati certi e non su chiacchiere prive di supporto scientifico.

Come si possono consumare le Bacche di Goji fresche?

Le Bacche di Goji hanno un gusto dolce, lasciando in fondo un leggero retrogusto amarognolo.
Sono un ottimo nutriente al mattino, consumate in mix con cereali o con lo yogurt; quest’ultimo abbinamento è particolarmente utile ed efficace a far assimilare i suoi componenti al nostro organismo.

Sono peraltro ottime consumate assieme ad insalate , macedonie di frutta e contorni freddi, la loro caratteristica di sapore non troppo pronunciato fa sì che si possano facilmente abbinare sia ad ingredienti dolci che salati.

Quali sono i controlli cui sottoponiamo le nostre bacche ed i prodotti derivati?

Ci interessa verificare soprattutto le caratteristiche del prodotto fresco da cui hanno origine le nostre bacche essiccate e le confettura Goji 100% e Goji 60%, sottoponendo a verifiche mirate il frutto raccolto sottoponendolo ad esami di laboratorio, condotte prima sul frutto fresco poi su quello essiccato, a cura del Dipartimento di Chimica dell’Università degli Studi di Firenze allo scopo di appurare la concentrazione di zeaxantina dipalmitato, ossia il costituente (carotenoide) che viene indicato come responsabile delle proprietà salutistiche, prima di tutto antiossidanti, presenti nelle Bacche di Goji.

Conduciamo questa indagine dallo scorso anno ( primo raccolto) e cerchiamo di valutare , dati alla mano, l’evoluzione anche in relazione al progredire delle piante.

Il primo anno abbiamo ottenuto ottimi risultati , avendo riscontrato un tenore di zeaxantina del tutto assimilabile ai migliori prodotti sul mercato, ovvero quelli con tenore più alto di molecola riscontrato( circa lo 0,5-0,6 % sul prodotto secco ).

Proseguiremo anche quest’anno alla verifica di tali dati, così come verifichiamo le nostre confetture ed i relativi valori nutrizionali , attività per la quale collaboriamo con l’Istituto di analisi Ecogam di Grosseto, questo per dare un prodotto sempre migliore ai nostri clienti.

Cosa hanno di diverso le nostre confetture da quanto puoi trovare sul mercato?

Le nostre confetture sono prodotte esclusivamente con bacche fresche appena raccolte prodotte in Maremma, hanno una concentrazione di frutti di Goji del 100% di frutta impiegata o del 60% nel caso di mix con altra frutta ( 60% Goji , 40% di altra frutta presente in azienda , alternativamente impiegata ed indicata in etichetta ), quindi mantenendo un tenore elevatissimo di Goji. Sai sempre quello che compri, sai subito la frutta che è presente nelle nostre confetture perchè te lo riferiamo chiaramente in etichetta e nella denominazione, senza sotterfugi.

Perché hanno un costo apparentemente elevato per essere dei piccoli frutti rossi?

La coltura delle Bacche di Goji è estremamente impegnativa, sia perché richiede manutenzione anche durante la stagione di dormienza sia perché ha molto bisogno di acqua e di usufruire di un terreno ben drenato e sciolto, privo di infestanti.

La raccolta , che copre circa 4 mesi l’anno, avviene ciclicamente ogni 6 giorni circa, rigorosamente a mano e con notevole impiego di manodopera.

Alla raccolta sul campo,cui coincide una prima selezione del prodotto, segue la cernita successiva, per la distribuzione del prodotto fresco dal campo al consumatore ed ai trasformatori locali, nostri partners, la calibratura per il successivo essiccamento e la vagliatura per il prodotto da trasformare in confettura.

La nostra coltura è in regime di conversione al biologico, significa che per tre anni seguiamo il regime biologico pur non potendo ancora mettere in etichetta la certificazione, per cui abbiamo un prodotto ottenuto con grande sacrificio e notevoli perdite di prodotto, ad unico vantaggio della qualità del prodotto che coltiviamo.

Perché preferire i prodotti da filiera corta?

Perché sappiamo da dove proviene, perché non subisce un lungo viaggio per arrivare sulle nostre tavole, perché segue i protocolli vigenti sul territorio nazionale, è prodotto dando lavoro alle persone del luogo ed incentiva le piccole realtà agricole e produttive di cui facciamo parte.

E’ il valore aggiunto del nostro distretto rurale ed è giusto sostenerlo.

Perché le aziende locali nostre partners ci hanno preferito ai prodotti preconfezionati d’importazione?

Perché credono nell’importanza della nostra iniziativa e perché danno valore al proprio lavoro, non puntano a ” fare cassa e quantità “, ma piuttosto a fare bene il loro lavoro e dare qualità e risalto anche al lavoro delle aziende locali impegnate a fornire un prodotto di eccellenza.

Semplicemente, condividiamo gli stessi obiettivi e lavoriamo insieme per il nostro territorio.

Una favolosa novità nel panorama italiano

Oltre alla personale attività di promozione, che vede l’azienda Bragaglia impegnata a far conoscere i propri prodotti
attraverso partecipazione a fiere e manifestazioni enogastronomiche sia regionali che nazionali,
è attiva intal senso anche l’associazione di categoria CIA, che sta iniziando ad operare
per far conoscere l’attività aziendale anche attraverso la stampa.

DimensioneAgricoltura - n°4 Aprile 2015
DimensioneAgricoltura - n°4 Aprile 2015Mensile dell’associzazione CIA

Una coltura nutraceutica in Italia con il sistema dell’agricoltura biologica

Fabio Bragaglia, un giovane agricoltore, ha avuto l’idea di impiantare  3000 metri di  Lycium barbarum in Toscana,
e attualmente è il primo ed unico agricoltore locale che produce e vende le famose bacche di Goji.

L’azienda Bragaglia non produce solo bacche essiccate ma trasforma il fresco in confetture,
che vi assicuro essere buonissime, e nel prossimo futuro immetterà sul mercato altri prodotti.

Marco Carbone
Marco CarboneDottore AgronomoConsulenze Agronomiche

Richiedi informazioni

Copyright © 2015 - Bragaglia Felio, Bragaglia Ezio, Bragaglia Fabio - Società Semplice - Società Agricola - loc. La Capitana - Zona Bestiale 25 - 58052 Magliano in Toscana (GR) - P.IVA e C.F. 01181420538